La via dello Zafferano

La polvere d’oro dell’altopiano di Navelli. Sono passati 6 secoli da quando padre Domenico Cantucci, tornando dalla penisola iberica, riportò a Navelli dei bulbi della pianta dello Zafferano (l’al zafaran di origine araba). Sull’altopiano la coltivazione dello Zafferano è ancora viva ed attuale e la qualità migliore, la Crocus Sativus, viene coltivata dalla COOP. “Altopiano di Navelli“ di Civitaretenga. Venite a scoprire un’area poco conosciuta dela nostra regione, fatta di piccole chiese romaniche, di villaggi fuor dal tempo e di un ottima cucina con ricette condite con l’antica spezia.

Print Friendly

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

 

Video dall’Abruzzo

Partner